L'importanza dei rating interni

L'importanza dei rating interni

  • Di:Riccardo L.
  • 0 Commenti

Il termine rating si riferisce ad una valutazione sintetica del merito creditizio di una controparte. I rating "interni", a differenza di quelli "esterni" attribuiti dalle agenzie di rating, si riferiscono alle valutazioni effettuate dalla banca nei confronti dei propri clienti. In tale ambito, i fattori presi solitamente in considerazione dalle banche sono simili a quelli utilizzati dalle agenzie di rating, come ad esempio il livello di redditività, il grado di leva finanziaria, le prospettive future, la liquidità e, in aggiunta rispetto alle agenzie, anche l'andamento dei rapporti di conto o le movimentazioni dei finanziamenti del debitore.

Per questi motivi, i rating interni rappresentano una delle principali variabili che determinano il tasso d'interesse praticato ai propri clienti. Senza approfondire nel merito il funzionamento dei singoli modelli previsionali di natura statistica o attuariale, si può affermare che il tasso d'interesse richiesto ad un cliente è sempre influenzato dalla probabilità di insolvenza che viene associata al cliente stesso, che a sua volta è un riflesso del rating assegnatogli, essendo questo una valutazione del suo merito creditizio.

Lo spread applicato dalla banca agli indici azionari di riferimento, solitamente il tasso Euribor (il tasso interbancario di offerta in euro) per i mutui a tasso variabile ed il tasso Eurirs ( interest rate swap) per i mutui a tasso fisso, è strettamente correlato con il rating assegnato, ovvero più il rating interno è basso e più il merito creditizio di quel cliente è basso e quindi lo spread applicato sarà alto, ottenendo un tasso di interesse complessivamente più elevato rispetto ad un altro cliente valutato in una classe di rating migliore. In questo senso lo spread applicato rappresenta la redditività, ponderata per il rischio d'insolvenza, che gli azionisti della banca si aspettano di ottenere in un'ottica complessiva dall'erogazione di quel determinato finanziamento.

Detto questo, è bene sottolineare che al momento di richiedere un mutuo di qualunque tipologia ovvero nella fase iniziale del procedimento contrattuale, entrambe le parti (la banca ed il debitore) grazie al proprio potere contrattuale possono accedere ad un'elevata mole di informazioni. Il debitore infatti, desiderando ottenere del credito controparte, dovrebbe fornire in modo dettagliato ogni informazione, anche riservate, in considerazione del fatto che, per i motivi sopra esposti, queste influenzeranno in modo cruciale il tasso d'interesse complessivamente applicato al finanziamento.

Pubblicato in: Finanziamenti

Commenti

Nessuna Risposta a “L'importanza dei rating interni”

Nessun commento presente.

Lascia un commento